Mostre

Piero Marussig. Camera con vista su Trieste

Presentata in anteprima stampa al Civico Museo Sartorio di Trieste la mostra “Piero Marussig. Camera con vista su Trieste”. Nel pomeriggio alle 18.00 l’inaugurazione alla presenza dell’assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi. La mostra resterà aperta con ingresso libero fino al 9 ottobre «Sono tornato a Trieste nella mia casa

Per amore e per affari: Giovanni Guglielmo Sartorio a Napoli

Allestimento al Civico Museo Sartorio nell’occasione del Maggio dei Libri 2022 Nell’occasione dell’annuale campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”, da giovedì 26 maggio fino a domenica 9 ottobre 2022, presso le sale della biblioteca del Civico Museo Sartorio, sarà allestita l’esposizione “Per amore e per affari: Giovanni Guglielmo Sartorio a

Premio Musei Civici

Civico Museo Sartorio 30.10.2021-09.01.2022 inaugurazione: 30.10.2021, ore 14.30 Nell’ambito del settimo Trieste Photo Days – Festival Internazionale della Fotografia Urbana (Trieste 29.10-01.11.2021), si terrà al Civico Museo Sartorio, la terza mostra Premio Musei Civici. Nell’ambito di una rosa suggerita dagli organizzatori del Festival, la già direttrice del Servizio Musei e

La sorgente che rivela

Nell’ambito di “Questa Volta metti in scena… VERDE PROFUMO” 17a edizione Dalla Selva oscura alla stagione per nuove rinascite. La sorgente che rivela in collaborazione con l’INFN sezione di TriesteInaugurazione 1 ottobre visitabile fino al 24 ottobre La 17a edizione della rassegna QUESTA VOLTA METTI IN SCENA… è dedicata al

Dante a Villa Sartorio

La biblioteca del Civico Museo Sartorio, suddivisa in tre ambienti diversi, conserva nelle librerie ottocentesche circa seimila volumi. Nell’occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte del Poeta, dal 27 maggio al 30 settembre 2021, sono state esposte le diverse edizioni della Divina Commedia possedute da Giovanni Guglielmo Sartorio

Premio Musei Civici

Dal 23 ottobre 2020 al 6 gennaio 2021 al Museo Sartorio Il Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste, in collaborazione con l’Associazione dotART, per il terzo anno consecutivo, propone una serie di esposizioni/occasioni volte a indagare l’interazione tra la fotografia contemporanea e i luoghi museali.Nell’ambito del settimo Trieste

Roman Robroek

Premio Musei Civici

Il Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste, in collaborazione con l’Associazione dotART, per il secondo anno consecutivo, propone una serie di esposizioni/occasioni volte a indagare l’interazione tra la fotografia contemporanea e i luoghi museali. Nell’ambito del sesto Trieste Photo Days – Festival di Fotografia Urbana, il rapporto tra

Bel vedere: Percorsi nella fotografia di paesaggio

  Mostra e convegno – 2 dicembre 2016 Civico Museo Sartorio Mostra dal 2 dicembre 2016 al 26 febbraio 2017 La mostra sarà inaugurata alle ore 18:00 Convegno: due sessioni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:30 LA MOSTRA Bel vedere mette in “scena” una città costruita utilizzando

il giardino del Museo Sartorio

  I Sartorio, giardinieri appassionati o competenti? giovedì 24 ottobre 2013, alle ore 17 presso la Sala “Giorgio Costantinides” del Civico Museo Sartorio avrà luogo la conferenza di Wauthier de Ligne Passato e presente del giardino di Beloeil e la figura di Charles-Joseph de Ligne intervengono Maria Masau Dan –

Archivio mostre

Bel vedere: Percorsi nella fotografia di paesaggio

Mostra e convegno
2 dicembre 2016

Bel vedere mette in “scena” una città costruita utilizzando le fotografie di paesaggio, prive di qualsivoglia gerarchia estetica. Una città per immagini in cui le icone del territorio si manifestano, gli stereotipi ricorrono, gli aspetti minori e periferici affiancano i grandi attrattori culturali.

Torna a fiorir la rosa

Dipinti, ceramiche e porcellane dalle collezioni dei Civici Musei di Storia ed Arte
7 maggio-16 ottobre 2016

Venerdì 6 maggio alle ore 12.00, presso il Civico Museo Sartorio, in largo papa Giovanni XXIII 1 a Trieste, avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Torna a fiorir la rosa. Dipinti, ceramiche e porcellane dalle collezioni dei Civici Musei di Storia ed Arte”, che rimarrà aperta fino al 16 ottobre 2016 con i seguenti orari: mar-mer-gio 10-13, ven-sab 16-19, dom 10-19.

Ceramica italiana dal Medioevo all’Ottocento

Allestimento della collezione dei Civici Musei di Storia ed Arte 2014

Il prezioso e vario vasellame proviene dalle più importanti manifatture italiane e si conclude con esempi di produzione inglese e triestina.

Capolavori provenienti dall’Istria

Nel nuovo allestimento della pinacoteca Sartorio 2014

Al piano terra, sul lato sinistro del salone, una porta conduce alla mostra sui capolavori provenienti dall’Istria.

Il giardino del Museo Sartorio

I Sartorio, giardinieri appassionati o competenti? 2013
Un imprenditore sociale e una donna di cultura e un direttore dei Musei e un progettista di giardini. Chi sono? Perché si sono incontrati? Il rinnovato giardino del Museo Sartorio viene realizzato grazie a quattro mondi che si incontrano. Che cosa è accaduto dunque? Chi abbiamo incontrato / fatto incontrare questa volta per poterlo realizzare?

Giuseppe Bernardino Bison

Un pittore dalla fantasia inesauribile nella rieste neoclassica
Dal 29 giugno 2013 al 13 ottobre 2013
La mostra Giuseppe Bernardino Bison un pittore dalla fantasia inesauribile nella Trieste neoclassica, curata da Maria Masau Dan e Daniele D’Anza, è un ulteriore passaggio nella valorizzazione e nell1’approfondimento delle peculiari caratteristiche del pittore, dopo la catalogazione e lo studio della sua opera pubblicato l’anno scorso dalla Fondazione CRTrieste e frutto di un lavoro di equipe che fa capo a Giuseppe Pavanello, coadiuvato da Alberto Craievich e Daniele D’Anza.

Tiepolo a Trieste 

18 Dicembre 2012 – 7 Aprile 2013

I Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste possiedono una tra le più importanti collezioni al mondo di disegni di Giambattista Tiepolo.
Fu costituita dal barone Giuseppe Sartorio nel 1893 il quale la acquistò con accortezza e tempestività da un antiquario triestino e per sua espressa volontà alla sua morte, avvenuta nel 1910, la collezione fu donata al Comune di Trieste.